100% mamma

GARANTITE UN LAVORO ALLE DONNE E VEDRETE QUANTI FIGLI FARANNO.

6 Dicembre 2016

L’Istat certifica un calo senza precedenti: da gennaio a giugno i nuovi nati sono diminuiti del 6%, il triplo rispetto a un anno fa.Culle praticamente vuote, un tracollo delle nascite esorbitante : in sei mesi 14mila in meno.

Un dato triste, che rappresenta un Paese che non è moderno e ugualitario.

Poco meno della metà delle donne lavora in Italia, un Paese che si trova solo al 69′ posto nella parità di genere.

E per quello che concerne le mamme giovani il dato è ancora più catastrofico: sei su dieci non lavorano.

La riflessione che mi sovviene è una sola: l’Italia non è un Paese per le mamme. 

È un Paese che non ha saputo porre la giusta attenzione al tema della maternità legandola al lavoro e creando gli strumenti sociali più adatti per vivere serenamente il momento della gravidanza prima e della maternità in toto. Eppure quante donne, quante mamme ci sono state al Governo fino ad oggi??!! È un paradosso!

Viviamo nell’epoca in cui i giovani sono precari per definizione. E certamente non serve un FERTILITY DAY per ricordarci che il momento della fertilità passa, con l’angoscia di un posto precario, un mutuo da pagare e l’impossibilità di potersi permettere una tata o un asilo. 

Be’, io stimo i ragazzi che oggi riescono a fare questa riflessione responsabile prima di mettere al mondo un figlio che non avrà la possibilità di crescere serenamente e di non fargli mancare nulla.

Se si vuole che in Italia il dato delle nascite cresca si devono assolutamente porre e pure in fretta le condizioni per potere programmare il nostro futuro e fare progetti a lungo termine. 

Non è giusto essere precari anche nel programmare la nostra vita.

Ti potrebbe interessare

Nessun commento

Rispondi