100% mamma

CURE TERMALI PRIMA DI TORNARE A SCUOLA

31 Agosto 2016

Mamme, state preparando i vostri bambini per il rientro a scuola?Io si, ma mica con grembiulino, zaino e colori.

Come?

Con le cure termali.
Lo scorso anno per il mio piccolo Totò è stata dura. Ad ogni tre giorni di asilo ne seguivano venti a casa perché malato. Tosse, raffreddore, tonsillite, bronchite, non si è fatto mancare nulla. Non è stato semplice passare l’inverno. 

Quest’anno abbiamo scelto di provare a prevenire i malanni con le cure termali.

Sono andata alle Terme Luigiane e, d’accordo con il pediatra, ho scelto per mio figlio 12 sedute di Humage e Areosol.

Le Terme Luigiane sono acque ipertermali, sulfuree forti e salsobromojodiche.
Si trovano in provincia di Cosenza, limitrofe al Comune di Guardia Piemontese, che sovrasta il paesaggio e si adagia lungo la vallata del Fiume Bagni.

C’è un Reparto Inalatorio Pediatrico dove i bambini possono fare le cure in un ambiente sereno e di gioco.
L’ AEROSOLTERAPIA termale emette microparticelle di acqua minerale e si pratica con forcella o mascherina collegati all’erogatore da un raccordo, a seconda dell’area principale che si vuole trattare, ossia fosse nasali o faringe.
Mentre l’HUMAGE è una terapia secca, si basa sull’inalazione di gas idrogeno solforato, certamente il principio attivo più importante dell’acqua sulfurea. Il gas, liberatosi dall’acqua per caduta, si raccoglie in apposite stanze chiuse in cui si staziona per sottoporsi alla terapia. Questa è sicuramente la terapia più semplice per un bambino che deve esclusivamente respirare mentre gioca in compagnia di suoi coetanei.
L’anno prossimo le ripeteremo per assicurarci un migliore risultato e più duraturo. 

E ci torneremo con allegria perché queste cure ai bambini non pesano, perché sono quasi un gioco e perché ad accompagnarli ci sono professionisti speciali, come Federica 
(che vedete in foto) sempre sorridente,  i suoi piccoli pazienti con parole dolci e rassicuranti e non li fa mai tornare a casa senza un bacio. 

Ti potrebbe interessare

Nessun commento

Rispondi